Torna sul banco degli imputati l’uomo che ha rapinato una studentessa a Rovato

E’ stato nuovamente rinviato a giudizio – secondo quanto riportato dal quotidiano di Brescia e provincia BsNews.it – il 32enne rumeno che lo scorso 3 marzo aveva computo una rapina ai danni di una studentessa sul treno della linea Brescia-Verona, a Rovato. Per questo reato l’uomo è stato condannato a 3 anni e due mesi. Dieci anni per tentato omicidio e rapina aggravata, invece, l’uomo li aveva “conquistati” per la rapina avvenuta il 19 marzo sul convoglio della linea ferroviaria S5 Treviglio-Varese, quando aveva colpito alla testa con un martelletto frangivetro una studentessa bergamasca di 22 anni al fine di sottrarle il cellulare.

Ora l’uomo (che vanta una lunghissima lista di precedenti) è di nuovo sul banco degli imputati con l’accusa di essere lui l’autore della rapina – avvenuta il 6 marzo nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Cassano – ai danni di un automobista di 43 anni, aggredito con un oggetto contudente per il portafogli. Per quest’ultima rapina il 32enne dovrà rispondere di rapina aggravata e lesioni.

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

L'esterno del Palazzetto dello sport, foto pagina Facebook Città di Rovato

Rovato, lavori in corso all’esterno del palazzetto dello sport

Proseguono a ritmo sostenuto i lavori, voluti dall’amministrazione comunale, dietro il palazzetto di via Einaudi. ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi