Tonnellate di droga dall’Albania, il capo della banda viveva a Rovato

Viveva a Rovato il presunto capo di una banda dedita al traffico internazionale di droga e alle rapine sgominata dai carabinieri nelle scorse ore. Si tratta di un 38enne albanese che era sposato con una donna titolare di una ditta di autotrasporti, per cui formalmente lavorava anche lui. Invece passava il tempo al bar a gestire i suoi traffici.

Il gruppo criminale aveva messo a segno diversi colpi ed era pronto ad agire ancora a Orzinuovi, Rezzato e Iseo. Ma soprattutto smerciava tonnellate di marijuana e chili di coca, importandoli via gommone dall’Albania e dall’Olanda. 19 gli ordini di custodia cautelare (due risultano ancora ricercati) a carico del sodalizio. Per 16 di loro il capo d’imputazione è associazione a delinquere.

Tra le persone coinvolte c’è anche Daniela Bognotti, ex compagna del barista di Torbole Casaglia Roberto Bracchi, scomparso nel nulla nel 2013 e probabilmente ucciso per questioni di droga. E’ stata lei a far partire le indagini, dopo essere stata fermata con un chilo di coca al casello autostradale di Ospitaletto.

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Aule allagate, foto generica

Temporali, la zona della stazione sott’acqua: allagato anche il Gigli

La zona della stazione è finita sott’acqua. I violenti temporali dei giorni scorsi, in particolare ...