Bitcoin, foto generica da Pixabay
Bitcoin, foto generica da Pixabay

Bitcoin: da scommessa a bene rifugio

Quando il 31 dicembre del 2008, gli iscritti ad una newsletter di crittografia ricevettero da un misterioso mittente (rivelatosi poi soltanto uno pseudonimo) chiamato “Bitcoin: un sistema valutario P2P decentralizzato”, nessuno avrebbe potuto immaginare che nell’arco di poco più di 10 anni, la criptovaluta originale sarebbe diventata addirittura un bene rifugio proprio come l’oro nei momenti di stabilità internazionale.

Avete capito bene: se fino a qualche tempo fa investire in bitcoin veniva considerata un’operazione ad alto rischio, nel 2020 la criptovaluta ha visto una crescita di valore importante sia nei primissimi giorni dell’anno quando le tensioni fra Stati Uniti d’America ed Iran erano arrivate al culmine, sia nelle ultime settimane con il mondo intero particolarmente preoccupato dal Coronavirus. Ciò non significa ovviamente che il valore dei Bitcoin continuerà a salire senza soste, tutt’altro, ma di certo la percezione che ha acquisito la criptovaluta è davvero cambiata in modo straordinario.

Per scoprire di più sulla criptovaluta Bitcoin, il blog redazionale del casinó online di BetWay ha realizzato un interessante articolo ed una infografica che raccoglie alcuni dei momenti e aneddoti più salienti della sua storia. Tra gli “highlights” del bitcoin è indimenticabile la primissima transizione che ha trasformato i bitcoin in merce reale.  Dobbiamo tornare indietro fino al 22 maggio del 2010 quando il programmatore Laszlo Hanyecz mise un vero e proprio annuncio su Internet offrendo diecimila bitcoin che a quel tempo valevano circa quaranta dollari, a chi gli avrebbe fatto recapitare nella sua abitazione di Jacksonville in Florida due pizze della sua catena preferita, Papa John’s, del costo di circa 25 dollari.

A quel messaggio rispose un anonimo utente britannico che effettuò l’ordinazione tramite il sito della pizzeria e si vide arrivare i bitcoin su sul suo account. Se quell’inglese ha mantenuto quel gruzzolo ora avrebbe un patrimonio di oltre novanta milioni di dollari. Indubbiamente le pizze mangiate da Laszlo sono state il pasto più costoso nella storia! Da quell’episodio ogni anno il 22 maggio si festeggia il Bitcoin Pizza Day tra tutti i fan della criptovaluta.

Ma quale sarà il futuro dei Bitcoin? Se come scritto ad inizio articolo, il presente è piuttosto positivo, nei prossimi mesi potrebbe arrivare un temibile concorrente alla sua popolarità. Già oggi ci sono molti concorrenti agguerriti, Ethereum su tutti, ma fra poco i Bitcoin dovranno vedersela con un vero e proprio colosso visto che stiamo parlando di Facebook.

Il social media creato da Mark Zuckerberg ha infatti intenzione di lanciare nel corso del 2020 la propria cripatovaluta che si chiamerà Libra. Come si può facilmente capire, Facebook (che controlla altre due app di grandissimo successo come Whatsapp ed Instagram) ha un potenziale bacino di utenza di miliardi di persone. Se anche solo una minima parte si interesserà a Libra, la sua diffusione sarà incredibilmente ampia e globale. La criptovaluta di Facebook sarà dunque la bitcoin killer? Difficile fare previsioni sul futuro: di certo però Bitcoin ha resistito a molti momenti difficili come anche attacchi hacker di immense proporzioni e nonostante tutto è ancora qui all’apice del suo successo.

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Coronavirus: nessun allarmismo, ecco cosa bisogna fare

Nel Bresciano al momento non ci sono casi di Coronavirus (l’unica è una donna di ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi