Rubinetti, foto da ufficio stampa

Coronavirus: la prima regola è lavarsi correttamente le mani

Il nostro Paese e l’intera realtà globale sono stati destabilizzati dal COVID-19, un’infezione respiratoria provocata da una nuova tipologia di coronavirus, sviluppatosi nella città cinese di Wuhan e diffusosi successivamente anche negli altri paesi, in primis l’Italia. Non è la prima volta che sentiamo parlare di fenomeni virali: la SARS del 2002 e la MERS del 2012 hanno scombussolato rispettivamente i paesi asiatici e l’Arabia Saudita. Generalmente, questi virus provocano infezioni respiratorie lievi e, solo in rari casi, vanno a intaccare i bronchi e i polmoni. La spiegazione del perché sia stato attribuito il nome di coronavirus è molto semplice: la loro visione al microscopio permette di notare come essi, sembrino circondati da un bulbo che ricorda una corona. La trasmissione del COVID-19 può avvenire in diversi modi: la più comune consiste nell’inalazione delle goccioline di saliva emesse dagli individui quando parlano, starnutiscono, tossiscono o semplicemente respirano. Un’altra modalità è rappresentata dal contatto fisico con le mani, le superfici e gli oggetti contaminati. Dato che attualmente non esiste un vaccino, e la sua creazione richiederà probabilmente ancora parecchio tempo, si rivela di fondamentale importanza rispettare le norme comportamentali che consentono di limitare la diffusione dell’infezione, sottoscritte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il decalogo del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute ha stipulato quello che viene definito a tutti gli effetti un vademecum, volto a prevenire ed evitare la diffusione del virus. Lavarsi le mani è uno step decisivo, che approfondiremo in seguito. Sempre a proposito di mani, bisogna evitare di toccarsi gli occhi, il naso e la bocca con esse, questo perché il virus può diffondersi anche attraverso queste parti del corpo seppur, come abbiamo detto in precedenza, si trasmette principalmente per via respiratoria (è per questo che viene stabilito il mantenimento di almeno un metro di distanza dalle altre persone). Un ulteriore accorgimento, consiste nel tossire all’interno del gomito, dato che mettere le mani davanti alla bocca potrebbe portare allo spargimento del virus. Disinfettare le superfici può eliminare il coronavirus, soprattutto se si utilizzano prodotti a base di candeggina, solventi e cloroformio. Munirsi di una mascherina è fondamentale qualora siano presenti i sintomi del virus, anche se da sola non basta per limitarne la diffusione: vanno rispettate anche tutte le misure igieniche di cui si è parlato in precedenza.

Gli antibiotici non sembrano fare effetto contro il COVID-19, in quanto agiscono con efficacia solo nei confronti dei batteri, per tale motivo non possono considerarsi mezzi di prevenzione, a meno che non subentrino co-infezioni batteriche.

Sin dalle prime notizie relative al virus, una delle maggiori preoccupazioni ha riguardato la possibilità di contrarre l’infezione tramite il contatto di merci spedite dalla Cina, tuttavia non è stato in alcun modo dimostrato che i prodotti ricevuti possano trasmettere il coronavirus.

Gli animali da compagnia non rappresentano un pericolo, anche se va rispettata la consueta norma igienica di lavarsi le mani qualora si venisse a contatto con loro. Infine, per qualunque chiarimento si voglia avere, è stato attivato un numero di utilità pubblica che corrisponde al 1500.

Come lavare correttamente le mani? Ecco i passaggi da seguire

Lavarsi le mani, come abbiamo detto, è la prima regola del decalogo, il cui rispetto può portare all’eliminazione del virus. Per completare al meglio il procedimento bisogna seguire questi passaggi: per prima cosa, le mani vanno inumidite con l’acqua e successivamente va applicato il sapone su tutta la superficie di esse. Dopodiché, si passa alla fase di strofinamento: prima palmo contro palmo, palmo su dorso con le dita allacciate (è importante infatti pulire anche l’interno delle dita), dorso delle dita sul palmo. Queste vanno poi fatte ruotare sul palmo, fino a chiuderlo intorno al pollice. Lo step successivo è risciacquare con l’acqua per almeno 20 secondi. Qualora non si avessero a disposizione acqua e sapone, si può procedere utilizzando un disinfettante per le mani a base di alcol al 60%. Infine, ci si asciuga con un fazzoletto monouso con il quale, prima di buttarlo definitivamente, si andrà a chiudere il rubinetto per evitare di toccare superfici che potrebbero essere potenzialmente infette.

Rubinetti da bagno: gli alleati in più per raggiungere l’obiettivo

Dopo aver illustrato tutto il processo di lavaggio delle mani, bisogna dire che la rubinetteria bagno può rivelarsi uno strumento consono per completarlo con successo. Sicuramente in questa situazione, i rubinetti automatici sono la soluzione perfetta, dato che l’acqua scenderà grazie al passaggio delle mani davanti a una fotocellula, evitando di toccare le manopole o la leva.

Un rubinetto termostatico permette di scegliere preventivamente la temperatura desiderata, mantenendola per tutta la durata del lavaggio. In questo modo, non si dovrà toccare ripetutamente la leva, come avviene per i rubinetti monocomando, dove per regolare la temperatura bisogna ruotarla a destra e a sinistra, mentre per regolare la portata bisogna muoverla dall’alto verso il basso.

 

 

 

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Meteo Rovato: sarà un week end di sole con temperature fino a 31 gradi

Sarà un week end di sole e caldo, molto caldo, a Rovato. Sabato 27 giugno, ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi