Il Tribunale mette sotto sequestro pertinenza del cimitero

La notizia si presta a diverse interpretazioni. E soltanto le autorità potranno fare piena chiarezza sulle motivazioni di quanto accaduto. Ma il fatto resta.

Nella giornata di venerdì l’autorità giudiziaria ha posto sotto sequestro un’area di pertinenza del cimitero comunale di Rovato di via Rimembranze. Il sequestro è stato fatto dalla Polizia giudiziaria in base all’articolo 354 del Codice di procedura penale che stabilisce come “le tracce e le cose pertinenti al reato siano conservate e che lo stato dei luoghi e delle cose non venga mutato prima dell’intervento del pubblico ministero”.

Tra le ragioni possibili del sequestro, pare, il fatto che – in seguito a una segnalazione – la Finanza abbia rilevato la presenza irregolare di “materiali” ancora da smaltire (i resti delle estumulazioni) in un’area affidata alla ditta che fino a qualche settimana fa si è occupata dell’estumulazione per conto del Comune. In attesa della replica dell’azienda, il municipio – interpellato telefonicamente – spiega di non voler commentare la vicenda al momento e che darà la sua versione dei fatti quando avrà modo di vedere le carte.

 

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Domenica 26 settembre Rovato in festa con le associazioni

Appuntamento con la festa delle associazioni, domenica 26 settembre, a Rovato. L’evento sarà dedicato all’alpino ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi