Presunto stupro di Chiari, gli autori sono passati da Rovato?

Il fatto di Chiari? Forse avrebbe potuto succedere a Rovato. E’ quanto si scopre leggendo il Corriere della Sera di Brescia, in cui si spiega che i tre richiedenti asilo pakistani accusati di aver violentato una 22enne bresciana “erano ospitati da circa un anno in tre appartamenti di privati, tra Chiari, Rovato e Castrezzato”, gestiti dalla Cooperativa il Ponte di Coccaglio (guidata da pochi mesi da Umberto Gobbi). Ricordiamo che sulla vicenda esistono due versioni opposte dei fatti: la giovane sostiene di essere stata presa con la forza, i tre – che comunque restano in carcere – che la prestazione sessuale sia stata frutto di una contrattazione economica.

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Rovato piange Eugenio Torchiani

Villanuova sul Clisi e Rovato piangono la scomparsa di Eugenio Torchiani, 72enne pensionato delle Ferrovie ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi