Guardia di Finanza in azione anche a Rovato
Guardia di Finanza in azione anche a Rovato

Contributi non versati a 3mila operai, imprenditore rovatese fa sparire 23 milioni

Un 63enne di Rovato (ma residente a Brescia) è stato raggiunto da un ordine di custodia cautelare in carcere con l’accusa di una maxitruffa da decine di milioni di euro nei confronti del fisco. Secondo le indagini della Guardia di Finanza, infatti, l’uomo, un suo sodale (un albanese di Trenzano) e nove persone denunciae a piede libero avrebbero messo in atto un raggiro evitando di versare i contributi per le 3mila persone assunte tra il 2011 e il 2014 nella sua azienda edile. Di più: l’imprenditore avrebbe omesso di presentare dichiarazioni fiscali obbligatorie con documenti falsi. Risultato: circa 23 milioni spariti.

I reati contestati sono omessa dichiarazione, occultamento della contabilità, illecita compensazione delle imposte e truffa aggravata.

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Rovato, in 500 dicono sì alla pizzata solidale in piazza

Grande successo per la serata solidale “Pizza in Piazza”. Martedì 20 luglio più di 500 ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi