Grimoldi

Grimoldi (Lega) sullo stupro di Rovato: Alfano dorme

Di seguito la nota inviata dal deputato e segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi sullo stupro di Rovato.

“Un immigrato marocchino irregolare arrestato nel bresciano, a Rovato, dopo aver violentato sessualmente una ragazzina di soli 18 anni. Si tratta dell’ennesimo caso di grave crimine commesso da un clandestino, in Lombardia, nel giro di pochi giorni. Domenica un immigrato irregolare brasiliano ha cercato di uccidere il convivente e ha dato fuoco al loro appartamento vicino a Bergamo, la settimana scorsa a Saronno un immigrato irregolare tunisino ha quasi amputato un braccio ad un imprenditore aggredendolo con un machete per rapinarlo, due settimane fa un immigrato irregolare ha fracassato la testa con un martelletto su un treno a Cassano d’Adda per rapinare una studentessa. Stiamo assistendo ad una terrificante impennata di reati violenti da parte di immigrati clandestini, crimini commessi quasi tutti nei confronti delle donne. Eppure il ministro Alfano continua a dormire e insieme a lui dormono anche i Prefetti che non gli segnalano gli evidenti problemi di sicurezza nei territori loro affidati. Tutti questi crimini, connotati da una violenza e una ferocia che lasciano sgomenti, confermano la necessità di inviare più agenti per presidiare il territorio lombardo ma anche l’urgenza di espellere, il più rapidamente possibile, i 95mila clandestini, presenti sul territorio lombardo, clandestini che non hanno alcuna ragione per stare sul nostro territorio.”

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Rovato, premiato in Comune il baby campione Manuel Rocca

L’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Tiziano Belotti, ha accolto con onore, presso la prestigiosa cornice ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi