Bergomi Andreoli

Stupro di Rovato, il Pd attacca: quando la Lega manifesterà contro se stessa?

Con una nota il Pd rovatese interviene sul caso dello stupro avvenuto a Rovato, criticando l’amministrazione leghista e domandando provocatoriamente: “A quando una manifestazione della Lega Nord di protesta contro il sindaco con in testa l’onorevole Borghezio come accadde per un fatto analogo nel 2009 con l’allora sindaco Cottinelli e con Maroni Ministro dell’Interno? O le violenze sono meno gravi se il Comune di turno è amministrato dalla Lega Nord?”.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Apprendiamo dagli organi di stampa della terribile notizia della violenza su una giovane ragazza avvenuta nella nostra comunità. Esprimiamo alla ragazza vittima di tale abominio la nostra massima vicinanza e solidarietà auspicando che l’amministrazione comunale le assicuri tutta l’assistenza del caso. Un doveroso ringraziamento alle forze dell’ordine per essere intervenute tempestivamente. Episodi come questo testimoniano quanto ci sia ancora da fare per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne. D’altro canto stigmatizziamo l’assurda strumentalizzazione di queste ore da parte di importanti esponenti politici di centrodestra che accusano fantasiosamente il governo per l’accaduto.

Ricordiamo piuttosto che questo gravissimo episodio, aggiuntosi a quelli degli ingenti sequestri di droga e alle due rapine violente nella zona della stazione ferroviaria avvenuti negli ultimi mesi nel nostro territorio comunale, ci porta a chiedere dove siano finiti i proclami leghisti della campagna elettorale delle scorse elezioni comunali sulla sicurezza. A quando una manifestazione della Lega Nord di protesta contro il sindaco con in testa l’onorevole Borghezio come accadde per un fatto analogo nel 2009 con l’allora sindaco Cottinelli e con Maroni Ministro dell’Interno? O le violenze sono meno gravi se il Comune di turno è amministrato dalla Lega Nord?

Circolo Partito Democratico Rovato

Rovato.it

6 commenti

  1. ma voi del pd rovatese volete equiparare l’episodio cruento avvenuto nel novembre del 2009, con quello, anche se brutto, avvenuto all’inizio di aprile, andate a rileggervi quell’episodio e confrontateli
    non fate della demogogia gratuita:la demogogia non porta risultati

  2. Ma è mai possibile che ci debbano essere sempre dei distinguo anche su situazioni inaccettabili come queste? Bene ha fatto invece il PD rovatese ha evidenziare l’ipocrisia anche di tanti nostri concittadini oltre che degli amministratori, che appena saputo della nazionalità della ragazza se ne sono stati ben lontani dall’esprimere solidarietà e sostegno. Basta distinguo e basta ipocriti!

    • vorrei sapere perchè il pd rovatese ,visto che questo episodio li ha turbati così tanto non hanno organizzato loro una manifestazzione di protesta contro il sindaco e a favore della ragazza.
      troppo comodo indignarsi e pretendere che gli altri facciano. non si può puntare il dito verso gli altri per poi rimanere fermi voi.

  3. Il PD di Rovato, unica forza politica a farlo, ha espresso pubblicamente solidarietà alla ragazza e ha sollecitato l’amministrazione comunale a occuparsi concretamente delle sue sorti, come sarebbe ovvio da parte di un’istituzione locale sul cui territorio è successo un fatto grave come questo. Sul fatto di organizzare una manifestazione forse non ha colto il passaggio del comunicato in cui si fa cogliere ai cittadini l’ipocrisia di altre forze politiche che sono le prime a strumentalizzare fatti gravi come questi senza mai preoccuparsi delle persone coinvolte. E, aggiungo io, l’ipocrisia anche di tanti concittadini rovatesi che, non appena hanno appreso di quale nazionalità fosse la ragazza, hanno immediatamente smesso di indignarsi.
    Roba da vergognarsi.

    • siete capaci solo di parlare, ma mai fare i fatti. mi sarei aspettato che foste voi a organizzare la protesta.
      come si può pensare che organizino una protesta contro se stessi, per me è poco intelligenteil solo pensarlo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Erasmus+, gli studenti del Gigli incontrano il sindaco… via Zoom

Venerdì 22 maggio alle ore 14, gli studenti delle classi 3C e 3 E del ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi