Delitto di Erbusco, emergono dettagli inquietanti

I carabinieri stanno cercando ancora di far luce sulla triste vicenda dell’assassinio di Erbusco, in cui ha perso la vita Riadh Belkahala, tunisino 48enne residente da anni a Rovato. L’uomo, con precedenti sper spaccio di droga e banconote false, è stato trucidato con 60 coltellate lo scorso 12 aprile. Reo confesso per l’omicidio è il 28enne Manuel Rossi, che con la fidanzata 21enne Giulia Taesi gestiva il Jolly Bar ad Adro. E proprio sul ruolo della giovane – spettatrice o parte attiva – stanno indagando ora i militari. Resta da capire anche se si sia trattato di omicidio premeditato o meno: il movente sarebbe in un debito di droga (1000 euro) della coppia di insospettabili verso il tunisino, ma non è ancora chiaro se Manuel abbia portato il coltello da casa. Nel frattempo dal Facebook di Manuel emergono due particolari degni di nota: il primo racconta di un ricovero del giovane per “stress” pochi giorni prima dell’omicidio, il secondo è un post con un video divertente di Boldi e Pozzetto pubblicato due giorni dopo la tragedia. Un tentativo di esorcizzare quanto fatto o la mancata consapevolezza della gravità dell’accaduto?

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Rovato piange Eugenio Torchiani

Villanuova sul Clisi e Rovato piangono la scomparsa di Eugenio Torchiani, 72enne pensionato delle Ferrovie ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi