Auto, foto da ufficio stampa

Auto e sole cocente, quali rischi per i veicoli?

La bella stagione porta in dote temperature estive e giornate di sole, ma anche alcuni pericoli invisibili per le nostre auto. Partiamo dal presupposto che il lungo periodo di quarantena ha ridotto, se non eliminato del tutto, l’utilizzo dell’auto. La manutenzione quindi è stata limitata e la vettura risulta maggiormente esposta a problemi legati alla meccanica, all’elettronica ed alla carrozzeria.

La lunga esposizione dell’auto al sole può provocare problemi alle vernici, al motore ed alle guarnizioni delle portiere che tendono a dilatarsi e quindi devono essere cambiate. In questo articolo analizziamo le contromisure da adottare e la manutenzione necessaria per garantire prestazioni eccellenti e preservare lo stato di salute delle guarnizioni settore automotive e degli altri componenti delle vetture.

I rischi per la vernici

Le vernici delle auto, soprattutto quelle nere, blu, verdi e rosse, sotto l’azione usurante del sole rischiano di screpolarsi e perdere di brillantezza. La temperatura della carrozzeria, anche a seconda del colore della vernice, infatti può raggiungere addirittura gli 80°, mentre quella interna supera facilmente i 40°. Al di là dei rischi estetici, bisogna poi considerare anche quelli di salute. Gli improvvisi sbalzi di temperatura con l’aria condizionata possono provocare infatti raffreddori e risultare pericolosi soprattutto per persone anziane o con patologie respiratorie.

Una volta entrati in auto non bisogna accendere al massimo il condizionatore, poiché gli sbalzi di temperatura possono provocare colpi di freddo o raffreddori. Meglio aprire le portiere e i finestrini lasciando areare per qualche secondo. Dopo aver acceso il motore è consigliabile far partire solo la ventola e, dopo 2 minuti, avviare il climatizzatore a potenza ridotta per poi aumentarla gradualmente.

I rischi per il motore

I cocenti raggi solari estivi possono avere delle ripercussioni anche sul motore ed in generale sulle prestazioni del veicolo. Un fenomeno tipico dei mesi caldi è il surriscaldamento del motore. Una delle cause più comuni è il mancato o difettoso funzionamento del sistema di raffreddamento, incapace di mantenere il motore ad un livello minimo di temperatura.

Il caldo eccessivo può provocare una perdita nel circuito di raffreddamento, che funziona a singhiozzo, incidendo negativamente sulle prestazioni del motore. Lunghe tratte senza sosta o strade in salita possono provocare problemi di surriscaldamento, soprattutto se le temperature esterne sono decisamente più alte rispetto alle medie stagionali.

I rischi per le guarnizioni

Le guarnizioni per auto vengono sottoposte ad un forte stress, in quanto nella parte interna sono soggette alla frizione continua della porta contro la carrozzeria, mentre all’esterno devono fare i conti con caldo, freddo, pioggia, neve, smog, polveri ed inquinamento. L’azione usurante di tutti questi elementi logora e secca le guarnizioni che, a lungo andare, si deformano e perdono la loro capacità di aderenza e di attrito.

Questa situazione favorisce l’ingresso in auto dell’acqua quando piove, inoltre il vapore acqueo che si forma all’interno determina la condensa sui vetri dell’abitacolo. Se una guarnizione non è in ottime condizioni, durante la corsa possono entrare spifferi d’aria che causano rumori fastidiosi. Da considerare anche l’aspetto relativo alla sicurezza poiché, se le guarnizioni non sono in perfette condizioni, per ladri e malintenzionati risulta più facile forzare le portiere.

Come procedere ad una corretta manutenzione dell’auto?

Bisogna quindi seguire alcune regolare di manutenzione ordinaria e adottare comportamenti corretti per proteggere l’auto dal solleone estivo.

Per proteggere la vernice dell’auto è opportuno fare parcheggi “intelligenti”, cioè parcheggiare il veicolo in zone ombreggiate tenendo conto anche del movimento del sole. Un telo copri-auto può essere una buona soluzione, soprattutto se la sosta dovesse rivelarsi particolarmente lunga. Sono consigliati anche trattamenti protettivi per tutelare il perfetto stato di salute della vernici, come passare la cera almeno un paio di volte all’anno. Lavare l’auto frequentemente è di sicuro un’operazione virtuosa, ma non va fatta quando la carrozzeria è calda o sotto il sole.

Come tutelare le guarnizioni dell’auto

Le guarnizioni dell’auto meritano un discorso a parte, poiché richiedono una manutenzione diversa. La prima cosa da fare è prendersene cura e controllare periodicamente lo stato di conservazione ed il livello di usura.

Le guarnizioni delle vetture sono generalmente fatte in vinile, gomma o plastica, quindi è possibile utilizzare un detergente per tutte e tre le superfici. Quando si lava il veicolo bisogna pulire anche le guarnizioni con lo shampoo e l’apposito guanto per il lavaggio. Per una pulizia ancora più approfondita si può passare una soluzione sgrassante con un panno. Al termine della pulizia le guarnizioni risultano migliori sia al tatto che alla vista.

In alcuni casi possono essere rimasti residui o macchie di sporco, quindi bisogna passare con una spazzola delicata ed un detergente. Se le guarnizioni sono in buono stato di conservazione ma risultano sbiadite, è opportuno utilizzare prodotti specifici con una potente formula protettiva che ripristina un’estetica impeccabile. Infine è consigliabile usare costantemente prodotti protettivi che le tutelino da raggi UV e gli altri agenti atmosferici.

Per una manutenzione professionale o per la sostituzione delle guarnizioni auto è opportuno rivolgersi ad aziende specializzate nel settore.

 

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

E’ il giorno dell’ultimo saluto a Eligio: mancherà a tutta Rovato

E’ il giorno dell’ultimo saluto a Eligio Costanzi. Se non fosse già tra le braccia ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi