Manuel Rocca, foto ufficio stampa

Manuel Rocca alla prova del circuito di Imola: ecco come è andata

Fine settimana estremamente importante per il nostro Matador Manuel Rocca (impegnato nel massimo campionato motociclistico di velocità – a livello nazionale – nella categoria SSP300) dove, specialmente in Gara 1, ha mostrato la costante crescita tecnica e sportiva che sta segnando la sua esperienza agonistica per l’anno 2020. Sabato 05 e domenica 06 settembre, nelle due giornate della penultima fase dell’ELF CIV, il lodettese è sceso in pista in sella alla Yamaha arancio-blu del Team Terra e Moto e ha fronteggiato poco meno di una trentina di piloti – altrettanto agguerriti – ad Imola (Autodromo Enzo e Dino Ferrari).

Il circuito di Imola è universalmente riconosciuto come un tracciato molto tecnico, difficile da interpretare, con curve e staccate piuttosto complesse: percorrerlo a un ritmo elevato richiede un profilo di livello professionale. Nell’estate 2009 è stata realizzata la Nuova Variante Bassa, necessaria per rispondere ai requisiti omologativi richiesti dalla Federazione Motociclistica Internazionale.

Qualifiche e Gara 1:

Archiviato il venerdì delle qualifiche condizionato da alcuni problemi, in Gara 1 Manuel ha mostrato la sua indole di guerriero indomito. Ha combattuto fino all’ultimo su un terreno che ha fatto vittime illustri. La prima il leader di campionato Nicola Settimo (Kawasaki), scivolato mentre era in seconda posizione; la seconda Emanuele Vocino (Kawasaki), che aveva centrato la pole position. Il nostro Matador ha macinato posizioni risalendo dalla 18^ alla 6^ posizione ed ha voluto giocarsi il tutto per tutto in un avvincente triello con Bernabè (alfiere del Team Pedercini Kawasaki) e Bastianelli (Kawasaki CM Racing) e qui è stata poi fatale l’uscita a due giri dalla fine. Notevoli le prestazioni di Manuel così come i tempi di giro in pista, quasi da record.

Warm up e Gara 2:

Dopo un Warm Up tranquillo, in Gara 2 Manuel ha mantenuto il buon livello di prestazioni viste in Gara 1 e ha puntato a rischiare meno nella lotta infuocata che ha visto protagonista il solito bel serpentone di piloti nelle prime battute. Il pilota franciacortino è arrivato così a tagliare il traguardo decimo, mantenendosi – con soddisfazione – nella Top 10 di domenica.

Da segnare sul calendario ora le date del 17 e 18 ottobre, quando l’autodromo romano di Vallelunga ospiterà il quarto e ultimo appuntamento dell’ELF CIV 2020.

Rovato.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Fondazione Cogeme e Acque Bresciane ambasciatori della sostenibililtà

La sostenibilità ha bisogno di gambe e anche di testimonial importanti. E così, grazie ad ...

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi personalizzati. <a href="http://www.rovato.it/index.php/privacy-e-cookie-policy/">PER SAPERNE DI PIU', E LEGGERE LA NOSTRA PRIVACY E COOKIE POLICY CLICCA QUI</a>. Non proseguire nella navigazione se non hai letto la Privacy e Cookie policy e se non accetti le condizioni indicate. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi